Guida alla lettura

Nei contributi pubblicati, i campi descrittivi e informativi sono stati compilati come segue:

Tutti i contenuti dei vari campi sono proposti da ciascun contributore. In caso di necessità, il gruppo di lavoro si riserva di contattare i singoli contributori per concordare modifiche.

Categorie tipologiche: i contributi sono suddivisi in quattro categorie tipologiche predeterminate, che indicano se l’oggetto principale del contributo è un video, un testo, un’immagine o un audio. Contributi testuali possono essere accompagnati da un’immagine, così come immagini, video e audio possono essere accompagnati da una descrizione testuale.

TAG: per ogni contributo sono indicati tag che agevolano una ricerca per parole chiave. Queste in linea di massima corrispondono a: luoghi di riferimento (ad es. frazioni, Comuni, Regioni, ma anche uno specifico bene artistico o luogo simbolico per la comunità…); categorie di persone o organizzazioni (ad es. Vigili del fuoco, volontari, Protezione civile, Croce rossa..) o personalità (ad es. sindaco, Papa, Dalai Lama…); date simboliche (20 e 29 maggio).

Temi: i contributi sono suddivisi in sei categorie tematiche predeterminate. In alcuni casi, uno stesso contributo è stato inserito in più di una categoria, non avendone identificata una prevalente.

Data: i contributi che raccontano eventi o situazioni accaduti in un giorno preciso sono indicati con la data corrispondente. Quando un contributo racconta fatti che si sono svolti in un intervallo di tempo più lungo e determinato, sono indicate la data di inizio e quella di fine del periodo stesso. Quando per un contributo è disponibile solo un’indicazione generica di mese o anno, allora si è scelto di indicare in modo convenzionale il primo e l’ultimo giorno del mese o il primo e l’ultimo giorno dell’anno di riferimento. Per i contributi che presentano “prodotti” realizzati a distanza di tempo dai contenuti che propongono (ad es. video, presentazioni, testimonianze, interviste…) il campo data indica il periodo a cui il “prodotto” fa riferimento, mentre nella descrizione, se possibile, è precisata la data di realizzazione del “prodotto” stesso.

Contributo di: con questa definizione abbiamo inteso indicare l’autore del documento (foto, video, testimonianza…) o, in alternativa, la persona che ha fornito o caricato il documento stesso. Si tratta, quindi, nella gran parte dei casi della persona che ha scattato le fotografie, che ha scritto o rilasciato una testimonianza, che ha redatto un articolo o prodotto un video o una presentazione… In alcuni casi non si tratta di nomi reali, ma di nickname. Negli altri casi in cui non è possibile indicare un autore, perché non è stato possibile risalirvi o non è stato indicato alcun nome, il contributo compare come “anonimo”.

Mappa: i contributi che raccontano eventi o situazioni con una precisa e univoca localizzazione geografica in un punto del territorio sono stati geolocalizzati nel luogo preciso di riferimento. Quando invece i contributi sono collegati a più luoghi, in uno stesso territorio comunale, allora si è scelto di geolocalizzare in modo convenzionale presso la sede del Municipio del Comune di riferimento. Quando non è conosciuto il luogo preciso a cui il contributo è collegato, si è scelto di geolocalizzare in modo convenzionale presso la sede del Municipio del Comune di riferimento. Quando uno stesso contributo fa riferimento a più luoghi su territori comunali diversi, si è scelto di tenere come luogo di riferimento il luogo di produzione o edizione della fonte.

Vuoi saperne di più? Chi avesse bisogno di ulteriori informazioni sui documenti pubblicati, per motivi di ricerca, di studio o curiosità personale, può contattare il Comitato scientifico e sottoporre le proprie richieste all’indirizzo e-mail: info@illungoterremoto.it. Sarà cura del Comitato valutare le richieste pervenute e, nel caso, esaudirle fornendo informazioni o contatti utili per ulteriori approfondimenti.